Cerca
  • O.M.M.

LA PARTE NON UMANA DI TE - THE NON HUMAN PART OF YOU

Il motivo per cui è difficile scoprire il potere del Presente è che di solito non ci piace essere qui. Non ci piace essere esattamente dove siamo. A volte ci piace e quando ci piace davvero, abbiamo allora quei momenti in cui ci sentiamo appagati e felici. E poi pensiamo che la causa di quella felicità derivi da ciò che di particolare sta accadendo là fuori, intorno o vicino a noi. Ma la vera ragione per cui siamo felici è che siamo QUI, con la nostra mente, spirito e anima. Ogni parte di noi insieme. "Qui insieme". Insieme a noi stessi.

C'è un naturale e spontaneo senso di sollievo ogni volta in cui riesci a sentirti UNO con te stesso. L'unico luogo e momento in cui puoi avere questa esperienza è SEMPRE e SOLO il "Qui e Ora". Non c'è altra opportunità. Ma forse, in passato ci sono state molte situazioni in cui abbiamo preferito essere da qualche altra parte perché non riuscivamo a gestire ciò che stava accadendo. Forse a livello emotivo stava accadendo qualcosa che non sapevamo come esprimere o trattare, quindi volevamo essere in qualsiasi altro posto purchè non in quel "presente". In questo modo ci siamo abituati a quel meccanismo di fuga dal momento presente a tal punto che molto spesso siamo portati a pensare che alla fine non c'è "niente di speciale" nel momento presente, a meno che questo non sia riempito di "contenuti speciali", come " questa o quella particolare persona "," questa o quella particolare emozione "," questa o quella particolare attività ". E quando cerchiamo o aspettiamo qualcosa di "COSÌ GRANDE" o "COSÌ SPECIALE", così "STRA-ordinario", manchiamo di vedere la SEMPLICITÀ della meraviglia della vita. Queste aspettative ci portano lontano dall'esplorazione del momento presente, lontano dalla "penetrazione del momento presente". Non siamo in grado di "sprofondare nel presente".

Tutto ciò che c'è, è QUI. E qui non c'è "niente di speciale", giusto? ...lascia entrare..., lascia che questa ipotesi si depositi un attimo - Non c'è niente di più e niente di meno di ciò che è qui ora. È tutto ciò che c'è. E che ti piaccia o no, non c'è nient'altro.

Ora prova a svuotarti da qualsiasi preoccupazione, del pensiero del passato o sul futuro, o giudizi, prova per qualche istante a mollare i pensieri che ti girano intorno. Prima di tutto, iniziamo a prendere coscienza dei pensieri che abbiamo portato con noi fino a questo punto, in questa stanza. E poi prendiamo la decisione consapevole di lasciarli cadere per qualche istante. E poi chiediti: "Come ti senti in assenza di pensiero? In questo spazio di chiarezza? ". ...probabilmente è una sensazione insolita. E non c'è niente di speciale in questo, giusto? Apparentemente NIENTE SPECIALE È solo vuoto.

Ed ecco la parte divertente - Ironicamente quando veniamo in contatto con questa "cosa" meravigliosa, non riusciamo a vederla, perché la svalutiamo, svalutiamo quello che chiamiamo il "niente", al punto che ci sentiamo persino scomodi a rimanere in contatto con il "niente". Alla presenza del "nulla". Ma questo silenzio, questo niente, è esattamente la MAGIA DELLA VITA. Forse posso darti un esempio in cui sentirai il silenzio, "lo spazio vuoto" come qualcosa di "speciale". Pensa ad esempio quando sei in un concerto, il silenzio prima che l'artista salga sul palco, il palcoscenico vuoto, o un funerale, il silenzio prima dell'inizio della cerimonia, o al cinema quando lo schermo è ancora nero e entri nella stanza e siediti lì ad aspettare che il film inizi. Ogni volta in cui senti una "calma speciale" attorno agli oggetti intorno alle persone attorno a ciò che sta per accadere...

Quel silenzio è davvero molto prezioso. È pieno di potenziale. E in quel silenzio puoi provare RIVERENZA. Puoi provare stupore.. E queste cose sono grandi cose, che vengono però distrutte dal momento in cui il pensiero irrompe in questo spazio ingoiando tutta la nostra attenzione. Ora cerca di entrare in un contatto cosciente con quel vuoto, che è VIVO ... Voglio che tu senta che quel vuoto non è "solo vuoto", ma che ti permette di percepire tutto, di diventare consapevole di tutto. Tu chiami quella cosa lì "vuoto", ma in realtà quel vuoto ora ti permette di essere più cosciente e consapevole di più cose di prima.

E voglio che tu sappia, (e questo è il punto più importante): QUESTA È LA PARTE NON UMANA DI TE. Questo è ciò CHE NON È UMANO. Questo è IL DIVINO DENTRO TE. Il divino, esattamente, è questa qualità, questo silenzio. Questo spazio di presenza è il contenitore della tua esperienza umana, il sé divino è il contenitore cosciente e silenzioso della la tua esperienza umana. Ed è enorme quando lo scopri, quando lo realizzi. Che la scintilla divina è molto di più che "una scintilla", MA È UN'INTERO CAMPO DI SILENZIO ATTORNO ALLA TUA ESPERIENZA UMANA.

E puoi trovare molta libertà lì e puoi trovare molte risposte lì, se solo sei in grado di spostarci la tua attenzione sempre di più. Questo non significa che smetterai di pensare, che smetterai di agire o di fare ciò che c'è da fare, al contrario, significa che il tuo pensiero assumerà una qualità completamente diversa, le tue azioni assumeranno una qualità completamente diversa. Sarai in grado di portare il divino nella tua esperienza umana, portare il divino nella tua sofferenza e nelle tue emozioni. - OMM -


0 visualizzazioni

© 2019 by Ottavia Maria Maceratini