Cerca
  • O.M.M.

COME FAR USO DELLA PAURA E DEL DUBBIO - HOW TO MAKE USE OF DOUBT AND FEAR

Qualsiasi esperienza facciamo nella nostra realtà e ci crea un senso di pressione o costrizione o ci fa sentire male o irrequieti, ricorda che quell' esperienza è lì per servirci e aiutare a chiarire ogni dubbio e paura che ci portiamo ancora dentro.

Infatti, ogni volta che una cosa, una persona o una situazione provoca paura, confusione, dubbio o dolore, significa che in realtà la paura, la confusione, il dubbio o il dolore che in quel momento sentiamo erano già lì, nascosti dentro di noi in qualche angolo della nostra mente inconscia. Quindi, in un certo senso possiamo essere contenti quando questo succede, perché è esattamente all'apice di quell'esperienza, che possiamo eventualmente sciogliere e superare i nodi dietro quelle emozioni sgradevoli, osservandole attentamente quando emergono e diventando consapevoli di quale storia non risolta c'è aldilà di essi.

È la nostra occasione per riconoscere verità più profonde. Quando sentiamo contrazione e paura, o ci sentiamo inchiodati a terra dalle nostre emozioni, è utile ricordarsi che sentendo quel contrasto dentro di noi, proprio in quel preciso momento possiamo accedere a risposte di cui abbiamo bisogno. Propio in virtù del sentire quelle emozioni negative, possiamo renderci conto in modo ancor più chiaro di quali cose e qualità positive il nostro cuore ha bisogno per sentirsi nutrito.

Possiamo vedere chiaramente almeno due aspetti del nostro sé interiore - Quello in sintonia con la nostra saggezza più profonda e quello in sintonia con le credenze condizionate, in sintonia con le paure del mondo, e con pensieri e storie dolorse, che non riesce a lasciar andare. A questo punto, quando diventiamo consapevoli di questa divisione interna, di una parte di noi che sente contrazione e un'altra parte che desidera l' espansione, allora possiamo scegliere di allinearci ancora una volta e ancora di più a ciò che sentiamo essere profondamente vero dentro di noi, a ciò che sentiamo come una liberazione piuttosto che una costrizione.

Utilizza il dubbio e la paura per ritrovare un allineamento più profondo con la verità che è già presente in te stesso. Una verità che ha bisogno di essere posta in primo piano, di essere messa al centro della tua vita e al centro della tua attenzione. Ci inganniamo se diamo per scontato che lasciamo le nostre verità e valori più profondi essere le forze guida della nostra vita. Infatti, ciò che spesso accade, è che nonostante essi siano presenti all'interno della nostra consapevolezza, ci sono però anche tanti altri pensieri e idee pressanti che alla fine diventano priorità nella vita di tutti i giorni.

Forse quelle verità che contattiamo quando raggiungiamo il nostro nucleo più silenzioso ed autentico, sono ancora nascoste, o perlomeno in parte, sotto altri pensieri che richiedono molta della nostra attenzione, perché forse non ci fidiamo completamente di noi stessi e di ciò che sappiamo essere vero a livelli più profondi. Quando attraversiamo esperienze che ci fanno sentire contrazione, restrizione, e pressione abbiamo l'opportunità di diventare consapevoli di ciò su cui dovremmo davvero concentrarci e credere. Quindi, cogli l'occasione per controllare ed eventualmente anche cambiare la scala delle tue priorità, cosa che non significa affatto agire in modo irrazionale.

Significa semplicemente diventare più chiari su ciò che il tuo Spirito sa di essere vero, e qual è la priorità numero uno del tuo cuore. Non è saggio lasciarci guidare dalle voci della paura, del dubbio o dell'autopunizione. Possiamo sì percepirle, lasciarle parlare e comprenderle, E ALLA FINE scegliere di operare da un altro livello di coscienza. Quindi, non cercare di evitare di far emergere paure e dubbi, piuttosto usali per vedere cosa attivano dentro di te. Ricorda che i pensieri che ci fanno soffrire non sono forse i nostri o non sono allineati con la nostra saggezza interiore. Ma noi in qualche modo continuiamo a crederli. Ascolta dentro e guarda cosa dice realmente il tuo cuore, rispetto alle "convinzioni" della mente... E poi vai con esso.Lascia che quella conoscenza silenziosa ti riconduca nella chiarezza luminosa di cui senti nostalgia -OMM-


0 visualizzazioni

© 2019 by Ottavia Maria Maceratini